IL MITO SENZA TEMPO DELL’ESTATE IN RIVIERA

Un itinerario alla scoperta degli spazi che hanno contribuito a creare il mito dell’estate in Riviera. Un tuffo nel passato, per riflettere su come è cambiato il modo di fare vacanza e su quali sono le potenzialità future di un territorio che ha fatto dell’ospitalità la sua bandiera.

A CURA DI Spazi Indecisi, Rivista Seigradi, Il Palloncino Rosso.
CONTENUTI SPECIALI Ground-to-sea sound collective (audio).

INTRODUZIONE A CURA DI PATRIZIA BATTILANI
Direttrice del Centro di Studi Avanzati sul Turismo (CAST)

La trasformazione del mare in un luogo di socializzazione è relativamente recente. La spiaggia è stata per millenni un vuoto che solo ‘800 e soprattutto ‘900 hanno riempito di persone, colori e strutture. All’ombra degli ombrelloni o seduti in riva al mare, i turisti diventavano protagonisti di nuove consuetudini sociali che rendevano possibile l’incontro di persone con percorsi di vita fra loro molto diversi. Questa comunità temporanea poi risaliva dalla spiaggia verso l’area urbana, dove altri luoghi la accoglievano.
Negli anni ‘20 e ‘30 si trattava di alberghi di lusso e saloni da ballo per i ricchi, case trasformate in pensioni e colonie per il ceto medio e quello popolare. Le strutture dedicate ai turisti iniziarono così a dare forma al paesaggio e a sostenere l’economia delle città balneari così come la fabbrica stava facendo nelle città industriali.
Nel secondo dopoguerra, il dispiegarsi del turismo di massa moltiplicò i piccoli alberghi, i cinematografi, le balere, ma rese progressivamente obsolete le colonie, visto che i bambini andavano al mare con i genitori.
Negli anni ‘70, quando la vacanza divenne uno dei riti della generazione del baby boom, la discoteca ridisegnò il paesaggio notturno del mare e definì un nuovo immaginario turistico, inclusivo e uniformante, che già a inizio anni ‘90 aveva concluso il suo ciclo di vita.
Quello turistico è quindi un paesaggio che, se visto da vicino, mostra i segni di un continuo mutamento, specchio dei cambiamenti delle attività economiche che lo disegnano.

 

 

 

 

 

 

ACQUARIA PARK

Via dei Cosmonauti, 23 PINARELLA DI CERVIA

AQUABELL

Via Savio, 15 BELLARIA

BAGNI DELLE COLONIE

Arenile Demaniale, PINARELLA

CINEMA ASTORIA

Viale Euterpe, 15 RIMINI

CINEMA TEATRO - APOLLO

Via Muggia, 16 BELLARIA

DISCOTECA MELODY - MECCA

Via della Fontanina, 29 RIMINI

DISCOTECA WOODPECKER

Viale Nullo Baldini, MILANO MARITTIMA

PARADISO DISCO DINNER

Via Covignano, 260 RIMINI

VILLA MANZI

Via Toscanelli, 23 RIVABELLA

VILLA PERELLI

Viale G. Matteotti, 87 MILANO MARITTIMA

Scroll to top